lama-michel-capa

Lama Michel Tulku Rinpoche

Il maestro Lama Michel Tulku Rimpoche è forse il più famoso tra i detentori del lignaggio NgalSo, iniziato dal maestro Lama Ganchen.

È il fondatore dell’organizzazione internazionale Kunpen Lama Ganchen e uno dei grandi missionari del Buddhismo tibetano in Occidente.

Dal 2004, Lama Michel risiede tra due centri a Milano e ad Albagnano, in provincia di Verbania, il Kunpen Lama Ganchen e l’Albagnano Healing Meditation Center, ed è diventuto uno dei punti di riferimento per diversi centri della sua tradizione dopo la recente scomparsa del proprio maestro. E’ inoltre responsabile del  Centro de Dharma da Paz in Brasile.

Lama Michel nasce nel 1981, a San Paolo, in Brasile. Viene avvicinato giovanissimo al Buddhismo tibetano dal maestro Lama Ganchen, che a cinque anni lo riconosce come la reincarnazione di un grande maestro:  Drubciok Ghiaual Sandrup, un eminente Lama vissuto nel XV secolo, ritenuto una delle precedenti incarnazioni di Lama Ganchen stesso.

Ad appena dodici anni, Lama Michel comincia la propria vita monastica e i propri studi di Buddhismo tibetano al monastero di Sera, nell’India del Sud, per poi completarli con un percorso di studi all’università tibetana di Tashi Lhumpo a Shigatse, in territorio cinese.

Per buona parte della sua vita, Lama Michel segue il maestro Lama Ganchen durante le sue missioni di predicazione del Dharma in Occidente e i suoi pellegrinaggi tra i luoghi sacri di India, Nepal, Indonesia, Cambogia, Mongolia e Tibet. Dal suo maestro, Lama Michel apprende non solo una profonda conoscenza della dottrina e delle tecniche del Buddhismo tibetano, ma anche una grande capacità comunicativa , rendendo possibile la comprensione della pratica tibetana alle persone occidentali.

Oltre a diversi incontri di studio e di meditazione che lo vedono coinvolto tra i relatori, Lama Michel ha pubblicato diversi libri in Brasile. e dal 2014 è noto dal pubblico di Internet grazie ai più di 300 interventi disponibili su Youtube, ad oggi consultati da più di sei milioni di utenti.